Torna ai congressi

3° CONGRESSO NAZIONALE SIMM

Monte Porzio Catone (RM), 15-16 Aprile 2010



Presentazione

Gli ultimi trent’anni del 20° secolo, sono stati caratterizzati dai concetti di efficacia ed efficienza che hanno spinto finanziatori e manager a preoccuparsi prevalentemente dei soli servizi sanitari in grado di garantire più benefici che svantaggi, a fronte di costi ragionevoli.

La sanità del nuovo millennio pone al centro del sistema un “nuovo protagonista”, il paziente-persona, e mira ad orientare la propria azione alla creazione di valore, continuando tuttavia a proporre ai professionisti sfide quotidiane sempre più ardue che spesso sembrano minare il rispetto del benessere e della centralità sia del paziente che dei professionisti stessi.

Tali premesse, i cui approfondimenti sono già stati oggetto della riflessione sviluppata lo scorso anno dalla nostra Società Scientifica, richiedono l’individuazione ed adozione di nuove logiche di sistema e la ricerca di soluzioni e suggerimenti che rispondano adeguatamente alla rivoluzione culturale in atto.

Di qui, l’idea progettuale alla base dell’edizione congressuale del 2010, che ha conferito un taglio ancora più dinamico e partecipativo all’evento proponendo l’attivazione di gruppi di lavoro impegnati nella raccolta, produzione e ricerca di proposte e strategie operative in risposta alle principali sfide del 21° secolo.

Project Leader, rappresentanti a livello apicale delle diverse discipline mediche e da anni impegnati in attività di management sanitario nelle varie realtà regionali, guideranno le attività di ricerca e condivideranno nelle due giornate congressuali modelli operativi e suggerimenti in merito ai seguenti temi:

  1. La centralità del medico nell’era del team working
  2. La sfida della valutazione tra paura e speranza
  3. L’accountability: “rendere conto per agire da protagonisti attivi nel sistema”
  4. Focus su una tematica significativa di carattere medico
  5. Il rapporto politica-medicina e politica-management: proposte operative per uscire da una situazione “insostenibile”
  6. Il rapporto tra i medici e i media
Il supporto dei colleghi anglosassoni, su cui il Comitato Scientifico può contare sin dalla prima edizione congressuale, permetterà anche quest’anno di cogliere una prospettiva extranazionale in merito alle tematiche di cui sopra, prevedendo l’intervento di relatori internazionali in ciascuna sessione.

In conclusione, tale progetto congressuale conferma l’impegno di SIMM nel supportare il doveroso ed essenziale compito dei medici, in quanto clinici manager, di promuovere la produzione di una ricerca continua sui servizi sanitari, importante quanto la ricerca biomedica, col fine ultimo del mantenimento e miglioramento dello stato di salute della popolazione.