Libri

QUADERNO VACCINO HPV

PresentazioneAutoriDownload

Memoria e evidenza scientifica. È questo il connubio centrale per spiegare l’importanza della vaccinazione nella storia della medicina. Il ruolo che la vaccinoterapia ha avuto nel tempo, il modo in cui ha rivoluzionato la medicina moderna, la qualità e l’aspettativa della vita delle persone unita alle evidenze scientifiche che ne mostrano la sicurezza e l’efficacia, rappresenta la sintesi del perché la vaccinazione ancora oggi resta uno straordinario strumento di difesa della salute pubblica.
Ragioni illustrate in questo agile volume che ha il merito di affrontare la più discussa delle vaccinazioni, quella sull’HPV, che ha una delle più basse coperture nonostante prevenga una malattia grave come il tumore e sulla quale ancora restano molti pregiudizi da sfatare.
Primo fra tutti quello secondo cui questa vaccinazione presenta rischi diversi e ancora sconosciuti rispetto alle altre. Si tratta, infatti, di un preparato che è già stato somministrato a diversi milioni di ragazze in tutto il mondo e che oggi, grazie alla nuova legge sui vaccini sarà concesso gratuitamente anche ai maschi adolescenti.
Come per le altre vaccinazioni, le evidenze ci dicono che anche in questo caso il prodotto è sicuro e che gli effetti collaterali dimostrati sono pochi, di lieve entità, transitori, e destinati a scomparire rapidamente. Altre evidenze, invece, ci dicono che in Italia ogni anno muoiono ancora dalle mille alle due mila donne di cancro alla cervice uterina.
A causare questo tumore nella maggior parte dei casi sono alcuni tipi specifici di HPV altamente infettivi dai quali questo vaccino immunizza prevenendone le lesioni più aggressive e invasive. Se somministrato nella popolazione che non ha ancora iniziato l’attività sessuale il vaccino, inoltre, potenzia la sua efficacia immunologica.
Vaccinare i propri figli è un atto di responsabilità perché se più di mille donne all’anno ancora muoiono del cancro causato da questa infezione non serve neanche sottolineare che l’HPV e le patologie ad esso correlate costano al Servizio Sanitario Nazionale in quello stesso anno circa 291 milioni di euro per entrambi i sessi. Prima ancora che ai bilanci sanitari questo vaccino serve a proteggere in particolare la vita delle donne.

Walter Ricciardi
Presidente Istituto Superiore di Sanità